Creazione e Posizionamento Siti Web - FAQ

Domande e risposte sui siti e-commerce per vendere online

Risposte alla domande che più spesso ci fanno sui siti e-commerce

Domanda:

Vorrei fare un sito e-commerce. Mi sapete dire cosa si vende di più in internet?

Risposta:

Stando ai dati che leggiamo su alcuni siti, si vende bene online l'abbigliamento, le prenotazioni di voli e hotel, gli alimentari, gli elettrodomestici, i prodotti per il benessere, la cosmesi. Io non ci credo (a parte i voli e le prenotazioni), ma tutto questo non ha importanza. Il sito che intende fare, molto probabilmente, qualsiasi cosa decida di vendere, non venderà nulla. Il 99% dei siti ecommerce non funziona. A vendere sono sempre i soliti nomi noti.

Domanda:

E quasi sarebbero allora i siti che vendono?

Risposta:

Amazon, eBay, Zalando, Alibaba, Trivago, Subito.it, Mediaworld, Unieuro ed altri che hanno investiti centinaia di migliaia di euro, o milioni di euro nel loro progetto, più alcune eccezioni.

Domanda:

Mi state dicendo che se non ho un budget di centinaia di migliaia di euro non posso fare un sito e-commerce?

Risposta:

Assolutamente no! Un sito e-commerce lo può fare anche gratis. Basta scaricare Prestashop, WordPress+Woocommerce, Magento o un'altra piattaforma e-commerce del genere ed installare il tutto sul server del provider che ospita il suo sito. Una volta configurato il sito e creato il database potrà acquistare per circa 50 euro (o avere gratis) un template di suo gradimento e caricare le immagini, le descrizioni ed i prezzi dei prodotti. Associare la pagina del carrello ad un account Paypal e il sito e-commerce sarà pronto per vendere. Solo che quasi sicuramente non venderà nulla.

Domanda:

Ma io non so installare e configurare Prestashop o altri programmi. Non è il mio mestiere. Cosa mi costa farlo fare da voi?

Risposta:

Noi non ci occupiamo di siti e-commerce. Ma lo può far fare a qualsiasi webmaster. Le chiederà da 1.000 a 2.000 euro. Se si rivolge ad una rinomata Web Agency le chieranno 3.000 o 4.000 euro. Ma non credo cambierà molto per quanto riguarda le sue vendite online. Le probabiltà di vendere qualcosa, indipendentemente da chi le farà il sito e dalla piattaforma utilizzata, saranno sempre molto basse.

Domanda:

Perché dite che quasi sicuramente non venderò nulla? Dicono tutti che i siti e-commerce sono il futuro del commercio! Siete gli unici a sconsigliarli.

Risposta:

Sì, lo so che dicono tutti che gli e-commerce sono un successo e sono il futuro. Lo hanno detto anche a quei mille e passa titolari di siti ecommerce che lo scorso anno ci hanno scritto per chiederci un aiuto in quanto non stanno vendendo nulla o quasi nulla. C'è anche chi ha speso 30/40/50.000 euro per un sito e-commerce senza riuscire a vendere un solo articolo. Alcune delle loro storie le trovate qui:

http://www.viasetti.it/articoli/siti-e-commerce/aprire-un-e-commerce-commenti.htm

Domanda:

Non capisco... se come dite voi i siti e-commerce non vendono, perché la gente continua a farli? Ne nascono ogni giorno!

Risposta:

La risposta è semplice: la gente continua a farli perché crede che venderanno. Perché leggono ovunque che funzionano, che sono il futuro. Continua a farli perché i nostri colleghi a cui si rivolgono gli dicono che funzioneranno, che venderanno stando comodamente seduti in poltrona.

Domanda:

Ma se sanno che non funzioneranno perché molti vostri colleghi dicono il contrario ai clienti che si rivolgono a loro?

Risposta:

Indovina perché:-)

Domanda:

Non ho ancora capito perché secondo voi i siti e-commerce non vendono...

Risposta:

Perché ce ne sono troppi! Negli ultimi 5 o 6 anni, complici la crisi economica ed il costo sempre più basso dei siti e-commerce, molti di coloro che sono rimasti senza lavoro o che non trovavano un lavoro o che non potevano più permettersi i costi di  gestione di un negozio fisico hanno aperto un sito e-commerce. Ormai ne esistono milioni in ogni settore merceologico e tutti ovviamente avrebbero voluto finire in prima pagina su Google, ma in prima pagina su Google ci sono sempre e solo 10 posti. Capito qual è il problema? Non c'è più posto in internet per nuovi siti e-commerce. Questa è la realtà, anche se è dura da accettare.

Domanda:

Ma allora secondo voi non c'è nessun modo per avere un sito in prima pagina su Google?

Risposta:

Noi abbiamo realizzato oltre 500 siti web e il 97% si trova in prima pagina su Google con almeno un termine significativo per trovare clienti. Ma nessuno dei siti creati da noi è un e-commerce! Sono tutti siti statici.Ed è uno dei motivi, non l'unico, per cui vendono e producono reddito. Alcuni nostri clienti hanno raddoppiato il fatturato grazie al nostro sito. Alcune aziende che erano sull'orlo del fallimento hanno incrementato talmente il lavoro da assumere nuovo personale. E tutto questo senza avere un sito e-commerce. Le testimonianze dei nostri clienti sono a disposizione di tutti.

Domanda:

Ma io ho bisogno di un e-commerce, un sito statico non mi serve. Voglio vendere direttamente online, non ho un negozio fisico e nemmeno un'attività!

Risposta:

Il metodo per avere un sito e-commerce ai primi posti in Google esiste, basta pagare AdWords e dopo mezz'ora il suo sito, indipendentemente da chi lo ha creato e dalla qualità dello stesso, sarà ai primi posti, tra i link sponsorizzati.

Domanda:

Ah ecco! Allora è possibile!

Risposta:

Certo, ma quanto le costerà pagare perennemente Google AdWords? Il costo per ogni clic varia da pochi centesimi a qualche decina di euro, in relazione alla competitività della keyword desiderata, alla domanda e al periodo. In media una keyword costa 1 o 2 euro per ogni visitatore. Tenga presente che mediamente un sito e-commerce ha bisogno di 100 visite per fare una vendita. Se si guadagnano 50 euro su ogni vendita e se ne spendono 100 o 200 per procurarsela conviene chiudere il sito ancora prima di aprirlo.

Domanda:

Ah no! Questo allora non mi sta bene. Io vorrei essere in prima pagina senza pagare Google.

Risposta:

Lo so, tutti vorrebbero essere in prima pagina senza pagare Google. Ma siete in milioni a volerlo e in prima pagina ce ne stanno solo dieci. This is the problem.

Domanda:

Ma se trovassimo keyword che hanno pochi concorrenti non potrei finire in prima pagina senza pagare AdWords?

Risposta:

Certamente. Ma devono essere keyword con pochi competiror e nello stesso tempo cercate dai suoi potenziali clienti. Ne conosce qualcuna?

Sa, anche il nostro sito è al primo posto in Google cercando "formiche da combattimento online" (www.viasetti.it/formiche-da-combattimento-online.htm) ma non ne abbiamo mai venduto una! Non basta essere al primo posto per vendere.

Domanda:

Ho visto sul sito di un'azienda che vende siti e-commerce che i siti venduti da loro hanno fatturato nel 2013 più di 20 milioni di euro. E voi continuate a dire che gli e-commerce non vendono?

Risposta:

Ho visto anch'io i numeri eclatanti che si trovano su quel sito, li riporto qui di seguito:

newchart-ecommerce

Facciamo due conti facili facili? Dicono che i loro 3.354 siti e-commerce hanno fatturato in totale 20.596.698 euro. Quanto ha fatturato in media ogni sito e-commerce?

20.596.000/3.354 = 6.140 euro, fatturato annuo medio di un loro e-commerce. Supponiamo un margine medio di guadagno del 20% (sappiamo che ben difficilmente gli e-commerce hanno un margine superiore considerato che devono mantenere i prezzi più bassi dei negozi e che in internet gli utenti confrontano facilmente i prezzi dei vari e-shop). Ciò significa che in media ogni loro sito e-commerce ha guadagnato 670 euro/anno al lordo delle tasse e delle spese di gestione. Non paghi nemmeno il commercialista con 670 euro. Forse mi sfugge qualcosa...

Domanda:

In conclusione voi dite che le probabilità di posizionare in prima pagina, non a pagamento, un sito e-commerce con termini utili sono praticamente zero? Non potete fare proprio nulla per aiutarmi?

Risposta:

Dipende. In certi casi ci siamo riusciti creando un sito statico e rimandando poi i visitatori al sito e-commerce. Come ad esempio nel caso di www.bacchedigojibio.it - Il sito è in prima pagina cercando "bacche di goji". Chi trova il sito, cliccando su un apposito pulsante, finisce sul sito ecommerce dell'azienda, un sito non fatto da noi e introvabile senza il supporto del nostro sito. Anche con il sito www.laccielastici.com stiamo facendo la stessa cosa. Ma questa soluzione è possibile solo in alcuni casi e per siti monoprodotto. Diteci con quali termini vorreste essere trovati e vi diremo se è possibile ricorrere a questa tecnica. Ma ripeto, non è detto che basti essere in prima pagina per vendere. Dipende anche dalla predisposizione o meno degli utenti ad acquistare online ciò che vendiamo. Conosco un utente che ha speso 30.000 euro per aprire in e-commerce di preziosi e che in un anno, pur essendo ai primi posti in Italia e in Russia, non ne ha venduto nemmeno uno. La storia che mi ha raccontato la trovate qui: Vendere gioielli online.

Creazione siti web - Lo studio Viasetti - esterno dell'ufficio

Per un contatto immediato chiamaci o inviaci una mail:

Email: info@viasetti.com  - Tel. +39 030 2584315