Creazione Siti Professionali - FAQ

Domande e risposte sui siti statici e dinamici e sul nostro modo di operare

Risposte alle domande che più spesso ci fanno gli utenti che ci contattano

Domanda:

Voi siete a Brescia, noi siamo di Roma, come possiamo fare per incontrarci?

Risposta:

La distanza geografica non costituisce alcun problema per la nostra tipologia di lavoro. La nostra attività si svolge online, per telefono e email. Abbiamo circa 500 clienti in tutta Italia, e anche negli Stati Uniti. Abbiamo clienti a New York, Miami, Montecarlo, Milano, Bergamo, Brescia, Verona, Vicemza, Padova, Venezia, Treviso, Varese, Como, Lugano, Torino, Genova, Aosta, Roma, Bologna, Modena, Riccione, Firenze, Genova, Livorno, Prato, Pistoia, Pisa, Bari, Catanzaro, Cagliari, Madrid ed in altre decine di località. Il 95% dei clienti a cui abbiamo creato un sito web non li abbiamo mai incontrati personalmente. Ciò non ci ha impedito di svolgere correttamente il lavoro che ci è stato commissionato. Se tuttavia qualcuno desidera incontrarci e parlarci di persona non abbiamo problemi a fissargli un appuntamento presso il nostro studio di Castel Mella (Brescia).

Domanda:

Voi create solo siti statici o anche siti professionali?

Risposta:

Un sito professionale può essere statico o dinamico. Non è detto che un sito dinamico sia professionale e la stessa cosa vale per un sito statico. Noi, pur essendo in grado di creare entrambe le tipologie di siti, consigliamo di creare siti statici per varie ragioni.

Domanda:

Perché dovrei avere un sito statico invece di uno dinamico?

Risposta:

Un sito statico, avendo meno righe di codice e l'assenza delle decine di routine in javascript richieste in genere dai siti dinamici è più snello e veloce di un sito dinamico, si può ottimizzare meglio per i motori di ricerca (SEO) ed è più facile posizionarlo nelle prime pagine. E' inoltre più facile da mantenere, richiede un server con poche risorse ed è meno soggetto al rischio di attacchi da parte di hacker o malintenzionati. I vari plug-in presenti in un sito basato su WordPress ad esempio, devono essere in genere aggiornati più volte al mese per correggere falle relative alla sicurezza.

Nella seconda metà di Dicembre 2014 Google ha bloccato 11.000 siti realizzati con Wordpress in quanto erano stati attaccati dal malware soaksoak. I siti Wordpress colpiti sembra siano oltre 100.000. La causa è da attribuirsi al plugin WordPress “Slider Revolution Responsive” sviluppato da ThemePunch ed afflitto da una vulnerabilità che ha consentito il lancio del malware.

Non tutte le versioni di WP sono state colpite dal virus, la falla riguarda solo le versioni antecedenti alla 4.2. Considerata l'enorme diffusione dell’attacco sembra che non tutti abbiano aggiornato il proprio applicativo o il plugin, operazione tutt’altro che semplice visto che si tratta di un plugin spesso già incluso nei file di installazione di WP.

Domanda:

Ho letto che i siti statici, al contrario di quelli dinamici, non possono essere aggiornati direttamente da me ma devo rivolgermi obbligatoriamente a chi li ha creati. E' vero?

Risposta:

Dipende dalle conoscenze informatiche del cliente. Un sito statico può essere aggiornato non solo da chi lo ha creato ma da chiunque conosca l'HTML o sia in grado di utilizzare un editor HTML, come ad esempio Microsoft Expression Web, un software gratuito. Anche per aggiornare un sito dinamico creato ad esempio con WordPress o Joomla servono alcune conoscenze. L'aggiornamento di un sito dinamico è meno intuitivo e meno veloce di quanto si pensi. Ma la scelta tra sito statico e sito dinamico dipende anche dai servizi o prodotti che intendiamo pubblicizzare, ossia dalla nostra attività. Se vogliamo creare un Blog abbiamo sicuramente bisogno di un sito dinamico.

Domanda:

Quindi, se ho ben capito, anche se mi fate un sito statico potrò aggiornarlo da solo?

Risposta:

Sì, potrebbe farlo, ma se non ha ottime competenze SEO è sconsigliabile. E questo vale ovviamente anche per un sito dinamico. I siti che noi creiamo sono altamente ottimizzati per i motori e per gli utenti. Ogni titolo, sottotitolo, nome di file, nome di immagini, di cartelle, ogni paragrafo di testo, ogni frase vengono accuratamente analizzati al fine di decidere la corretta densità di alcuni termini-chiave. Se questi elementi vengono variati da chi non ha un'esperienza simile alla nostra si rischia seriamente di penalizzare il posizionamento ottenuto.

Domanda:

Se incarico voi di aggiornare il sito quanto mi fate pagare?

Risposta:

Il costo dipende dall'entità delle variazioni che ci richiederete. Possiamo fornire alcuni dati statistici per permettervi di capire quali potrebbero essere i costi annui. Il 50% dei nostri clienti necessita di piccoli aggiornamenti una volta ogni 3 o 4 anni. Il 20% ci chiede un aggiornamento all'anno, il 25% ci chiede 3/4 piccoli aggiornamenti annui (variazione di prezzi, promozioni, eventi particolari). In questo ultimo caso chiediamo un canone annuo forfettario di 120 euro. Il 5% ha fatto un corso da noi per imparare a modificare il sito senza penalizzare il nostro lavoro.

Domanda:

Ho già un sito e mi piace molto. L'unico problema è che non si trova in Google e non ho visitatori. Potete posizionarlo voi?

Risposta:

Purtroppo no. Contrariamente a quanto si legge su molti siti è alquanto difficile e laborioso posizionare organicamente nei motori un sito dopo avrelo fatto, a meno che si ricorra a tecniche ritenute illecite da Google e quindi passibili di penalizzazione. Sono milioni i siti spariti da Google per aver fatto ricorso a queste tecniche. Lo scopo di Penguin (l'algoritmo antispam di Google) è proprio questo: penalizzare i siti che si trovano in prima pagina per aver utilizzato tecniche contrarie alle sue linee guida sulla qualità. La progettazione di un sito e l'ottimizzazione dello stesso per i motori non sono fasi separate o separabili. Abbiamo scritto un articolo per spiegare dettagliatamente questo concetto. Lo trovate qui: posizionamento di un sito esistente.

Domanda:

Mi garantite il primo posto in Google con il termine che mi interessa maggiormente?

Risposta:

No. Nessuno al mondo può garantire il primo posto organico in Google, a meno che si parli di primo posto a pagamento (con AdWords), ma questo è un altro discorso. Chiunque può essere al primo posto pagando AdWords.

Domanda:

Ma allora come fanno alcuni vostri competitor a garantire il primo posto?

Risposta:

Chiedetelo a loro. Supponiamo che due hotel di Roma si rivolgano ai due migliori SEO esistenti al mondo e che questi garantiscano il primo posto con "hotel Roma". Mi pare ovvio che almeno uno dei due fallirà. Al primo posto ce ne sta solo uno. E questo vale anche per chi garantisce la prima pagina. In prima pagina con una determinata keyword ce ne stanno solo 10. Se a cento viene garantita la prima pagina come faranno a starci tutti?

Domanda:

Quindi non mi date nessuna garanzia per il posizionamento?

Risposta:

Possiamo solo dirvi che il 97% dei siti di cui abbiamo accettato di occuparci si trova in prima pagina con almeno una keyword importante, molti addirittura al primo posto. Potete verificarlo consultando la pagina degli ultimi siti creati. Prima di accettare di occuparci di un sito facciamo sempre uno studio di fattibilità del posizionamento e se riteniamo che le probabilità di finire in prima pagina siano scarse ci rifiutiamo di creare il sito. Nove volte su dieci rifiutiamo un incarico. Ecco perché abbiamo un'altissima percentuale di successi.

Domanda:

Cosa vi serve per farci un preventivo?

Risposta:

Abbiamo bisogno di conoscere il più possibile sulla la vostra attività, abbiamo bisogno di sapere qual è l'obiettivo che vi prefiggete con il sito, quali sono le vostre aspettative e con quali termini vorreste essere trovati in Google. A questo punto, dopo aver verificato la fattibilità e l'utilità del posizionamento dei termini che ci avrete comunicato o di termini alternativi da noi individuati, vi faremo avere un preventivo. Oppure vi consiglieremo di lasciar perdere.

Domanda:

Se accettiamo il preventivo quali saranno i prossimi step operativi?

Risposta:

Dopo che ci avrete restituito una copia del preventivo controfirmata per accettazione ed effettuato un bonifico bancario pari al 50% (salvo diversi accordi) dell'importo previsto per la progettazione/ realizzazione/ posizionamento del sito vi suggeriremo il nome del dominio più adeguato per la vostra attività (e più utile per il posizionamento) e vi daremo istruzioni per la registrazione dello stesso presso un provider di nostra fiducia. Il costo di questa operazione (che si fa online in meno di 5 minuti) è di circa 20 euro/annui e li pagherete direttamente al provider con carta di credito o bonifico.

Nel giro di qualche ora o al massimo di un paio di giorni riceverete dal provider la conferma dell'avvenuta registrazione e le credenziali per l'accesso al pannello di controllo. Dovrete inoltrarci questi dati per darci modo di iniziare a lavorare sul vostro nuovo sito. Nel frattempo inizierete a scrivere una bozza dei testi da inserire nel sito, seguendo possibilmente le linee guida che vi avremo comunicato del preventivo, e ci farete avere le eventuali immagini o fotografie necessarie.

Provvederemo ad ottimizzare i testi che ci invierete e pubblicheremo una bozza del sito che vi chiederemo di visionare per comunicarci le eventuali variazioni desiderate (colori, caratteri, tipo, dimensione e colore degli stessi). Una volta apportate queste variazioni proseguiremo il lavoro. Lo stesso verrà ultimato in meno di un mese da quando ci avrete fornito i testi.

Domanda:

Purtroppo non ho fotografie da inviarvi, potete procurarle voi?

Risposta:

Certamente. A meno che si tratti di fotografie che devono necessariamente essere fatte presso di voi (in tal caso dovrete pensarci voi o incaricare un fotografo), possiamo acquistare le fotografie presso uno dei siti specializzati (shutterstock.com, fotolia.it). In genere 12 fotografie costano circa 40 euro. Se paghiamo noi vi chiederemo il rimborso di quanto speso. Oppure potrete acquistarle direttamente voi su uno dei siti citati.

Domanda:

Ho già un dominio, dove c'è attualmente un mio vecchio sito. Perché devo registrarne un altro? Non potete pubblicare il sito sul dominio che già possiedo e del quale mi piacerebbe mantenere il nome?

Risposta:

Il nome del dominio è molto importante ai fini del posizionamento del sito nei motori. A meno che il nome del vostro attuale dominio (sito) sia stato scelto da qualcuno esperto in SEO, difficilmente andrà bene allo scopo. Potrete conservare il nome attuale o registrarne uno che vi piace (il nome della vostra azienda o il vostro nome), ma dovrete registrare anche il nome che vi suggeriremo. Gli utenti che digiteranno il nome del vostro dominio preferito verranno automaticamente dirottati sul dominio su cui costruiremo il sito. Naturalmente se non vi interessa il posizionamento qualsiasi nome va bene.

Domanda:

Alcuni vostri competitor si occupano direttamente della registrazione del dominio, fanno tutto loro. Perché voi non potete fare altrettanto? Perché chiedete a me di registrare il dominio? Non potete farlo voi?

Risposta:

Alcuni nostri competitor fanno ai clienti il "favore" di registrare direttamente il loro dominio. E' vero. Ma perché lo fanno? Alcuni registrano il dominio a loro nome anziché a nome del cliente. Se un giorno decideste di cambiare il professionista che vi segue per il sito o chi ha fatto il sito, potreste essere impossibilitati a farlo senza il consenso dello stesso. Il dominio risulta di sua proprietà, non vostra e può disporne come desidera. Può cambiarvi le password ad esempio e rendere impossibile a chiunque altro l'accesso al sito. Altri colleghi registrano il dominio a nome del cliente ma forniscono i loro dati per la fatturazione. Rifatturano poi al cliente il canone annuo con un ricarico che può anche superare il  2000%. Ho conosciuto clienti che pagavano 400 euro all'anno al fornitore che ne spendeva invece 20.

Domanda:

Come faccio a sapere se risulto io come proprietario del sito?

Risposta:

Basta andare su www.who.is e digirare il nome del vostro sito. Vedrete chi risulta come proprietario.

Domanda:

Quanto tempo serve affinché possa trovare il mio sito nelle prime pagine di Google?

Risposta:

In genere nel preventivo che inviamo c'è questa informazione. Il tempo richiesto per il posizionamento dipende non solo da noi ma da molteplici fattori: numero dei siti competitor con le stesse keyword, qualità (come intesa da Google, non come grafica) e popolarità dei siti competitor presenti in prima pagina, dimensione degli stessi, link spontanei in ingresso dei siti competitor... Normalmente (nel 90% dei casi) un nostro sito lo si trova in prima o seconda pagina su Google con alcune keyword dopo meno di un mese dalla data di pubblicazione. In alcuni rarissimi casi possono tuttavia essere necessari sino a sei mesi per completare il processo dell'indicizzazione e del posizionamento.

Domanda:

Ho notato che per quanto riguarda i motori parlate solo di Google. Ciò significa che il sito che mi farete non lo si troverà in Yahoo o Bing?

Risposta:

I siti da noi creati si trovano non solo in Google, ma anche in Yahoo, Bing e altri motori. Parliamo solo di Google perché purtroppo è l'unico motore che porta visitatori. In Italia solo il 3 o 4% degli utenti usano motori diversi da Google. Essere in prima pagina su Yahoo o Bing serve a ben poco, purtroppo.

Domanda:

Posso decidere io la grafica del sito? Posso indicarvi dei siti che mi piacciono in modo da averne uno pressapoco uguale? In altre parole posso dirvi la mia idea grafica del sito?

Risposta:

Il layout grafico di un sito, la sua usabilità e velocità incidono sull'ottimizzazione dello stesso e quindi sul posizionamento nei motori. Per farvi ottenere i migliori risultati possibili per quanto riguarda il posizionamento dovrete darci carta bianca sulla progettazione e realizzazione del sito, anche dellla grafica. I layout da noi utilizzati e che potete vedere consultando i siti che abbiamo realizzato, sono stati studiati e via via perfezionati nel corso degli anni per fornire i migliori risultati non solo per il posizionamento, ma anche per l'esperienza utente (user-experience) e l'usabilità. Abbiamo effettuato un centinaio di sondaggi per capire cosa la maggioranza degli utenti vuole da un sito e raccolto circa 50.000 opinioni. Sappiamo come deve essere fatto un sito per piacere agli utenti, non solo ai motori.

Le uniche variazioni che potrete chiederci sono relative ai colori dello sfondo, ai font utilizzati per i titoli, i sottotitoli, il menù di navigazione ed il corpo del testo, alle loro dimensioni e colore. Per avere la massima compatibilità con tutti i sistemi operativi, i browser, gli smartphone ed i tablet, la larghezza delle pagine dovrà essere compresa tra gli 800 ed i 1.000px. Niente siti a "tutto schermo" per intenderci. Nessuna animazione, nessuna immagine che gira. La testata grafica del sito (quell'area in comune a tutte le pagine) non dovrà superare l'altezza di 300px. Il layout delle pagine si presenterà come schematizzato nell'immagine seguente:

Layout tipico dei siti dello studio Viasetti

Ovviamente le fotografie ed immagini da inserire nella testata e nelle pagine potranno, anzi dovranno, essere scelte da voi. Così pure il logo. Se non avete un logo e lo volete potremo suggerirvi dove farvelo fare. Noi non facciamo loghi.

Domanda:

Quindi i vostri siti sono tutti uguali?

Risposta:

Veramente sono tutti diversi. Si assomigliano, è vero, ma il layout di ogni sito viene personalizzato per adeguarsi alle esigenze dei contenuti, alla dimensione ideale delle immagini, alla lunghezza delle voci del menù, ai colori del logo, ecc... Noi non utilizziamo template già pronti acquistati in rete per 50 $ e utilizzati poi per creare decine di migliaia di siti dall'identico aspetto, come avviene spesso con i template di WordPress, Joomla o similari. I layout da noi utilizzati sono stati progettati da noi tenendo conto di diversi importanti fattori: la user-experience, l'usabilità, l'intuitività, la velocità di apertura, l'ottimizzazione per i motori e per le varie tipologie di monitor, browser, sistemi operativi, cellulari e tablet. Non è un caso se anche i siti che abbiamo realizzato 15 anni fa si vedono perfettamente su iPhone e iPad (nati anni dopo).

Nessuno dei nostri 500 clienti ha dovuto rifare il sito perché "non si vede sull'iPhone"

Domanda:

Riconosco la vostra competenza per quanto riguarda il posizionamento nei motori. Ho verificato i siti fatti da voi e in effetti sono tutti posizionati molto bene. Però io vorrei qualcosa di diverso come grafica. Vorrei un sito ad alto impatto grafico. Un sito che quando qualcuno lo apre esclama "WOW Che bello!!". Insomma, vorrei un sito bellissimo e visibilissimo!

Risposta:

Premesso che, come risultato da molti sondaggi fatti non solo da noi ma anche dai maggiori esperti internazionali di web usability e web marketing (si consulti ad esempio il sito di Gerry McGovern), quando un utente apre un sito dovrebbe esclamare "WOW, questo si che è un sito utile!", non "WOW, che bello!", Lei deve fare una scelta:

1) avere un sito di alto impatto grafico, un sito che quando lo farà vedere ai suoi amici o colleghi diranno "Wow che bello!!" ma che sarà introvabile nei motori e che quindi vedrà solo lei e gli amici a cui lo mostra. Ad esempio un sito come questo:

http://www.facciamosalotto.it/ o come questo: http://studiomk27.com.br/

2) avere un sito utile, visibile nei motori e che procura clienti, ad esempio come questi:

www.climatizzatoribologna.com

www.teamlegno.it

www.sostutuzionecaldaiebologna.it

www.falegnameriafirenze.it

...e centinaia di altri siti creati da noi, gli ultimi 100 visibili qui:

http://www.viasetti.it/risultati/siti-in-prima-pagina-su-google.htm

Non esiste una terza scelta. A meno che le basti essere trovato in prima pagina da chi cerca termini quali "formiche rosse da combattimento" o "corsi di formazione per formiche rosse".

 

Per un contatto immediato chiamaci o inviaci una mail:

Email: info@viasetti.com  - Tel. +39 030 2584315